I medici in Francia denunciano le violenze della polizia

Domenica 26 gennaio, il ministro dell'Interno francese ha annunciato il divieto di utilizzare le granate in dotazione alla polizia durante le manifestazioni. Le tecniche e le armi in questione sono considerate pericolose e sono state denunciate da alcuni medici.

Il movimento dei Gilet gialli ha acceso un forte dibattito sull’uso delle armi durante le manifestazioni

Domenica 26 gennaio, il ministro dell'Interno francese ha annunciato il divieto di utilizzare le granate in dotazione alla polizia durante le manifestazioni. Le tecniche e le armi in questione sono considerate pericolose e sono state denunciate da alcuni medici.

Il 3 gennaio, vicino alla Torre Eiffel, un padre di 42 anni è stato buttato a terra da agenti di polizia durante un controllo stradale. La scena è stata filmata. È morto il 5 gennaio a causa di asfissia, con la laringe fratturata, anche se le autorità avevano inizialmente dichiarato che si trattava di un "attacco di cuore". Gli agenti di polizia hanno eseguito un "placcaggio ventrale" - mettendosi sopra la schiena dell'individuo, che indossava un casco da motociclista - e poi una "presa al collo". Queste tecniche vengono insegnate agli agenti di polizia e sono state denunciate da Amnesty International proprio perché possono causare asfissia. Un giovane è morto nel 2016 nelle stesse condizioni.
La Svizzera ha vietato l'uso di queste tecniche nel 2001 dopo la morte di un nigeriano che stava per essere espulso dal paese. Il Belgio ha fatto lo stesso nel 2005. La polizia di Los Angeles le aveva vietate già nel 1980, dopo una dozzina di morti nel corso di violenti arresti.
In Francia, questa triste storia è l'ultimo episodio di un’accesa polemica sull’uso della violenza in polizia. Da quando è attivo il movimento sociale “Gilet gialli”, ormai da più di un anno, molte persone sono state gravemente ferite da agenti di polizia. Ciò è dovuto alla crescente tensione, ma anche a metodi e attrezzature sempre più contestate, in particolare dai medici.

Le armi considerate pericolose

Mandibole rotte, mani distrutte, occhi cavati. In particolare, ci sono tre armi usate in modo massiccio dai poliziotti che sono considerate troppo pericolose.
4.000 agenti di polizia sono dotati di LBD (lanceur de balles de défens). Quest'arma spara proiettili di gomma di 40 mm di diametro con una potenza di 160 joule (dieci volte la potenza di una pistola da paintball). I colpi dovrebbero essere diretti al busto o agli arti, ma gli agenti di polizia spiegano che i loro caschi impediscono di mirare correttamente. I testimoni li hanno accusati di averli deliberatamente sparati alla testa. Le armi LBD vengono prodotte in Svizzera. A seguito di una denuncia dei Gilet gialli all'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani, un deputato svizzero ha chiesto al Parlamento federale di vietare l'esportazione in Francia di quest'arma, considerata materiale bellico,

lbd.webp
(Credits: Pr Laurent Thinès)

La granata stinger viene utilizzata per spaventare le folle ostili. Produce un rumore enorme (oltre 155 dB) e lancia 18 piccoli proiettili di gomma da 10g ciascuno, a 126 km/h, in un raggio di 30 metri. Deve essere usata solo in caso di pericolo imminente, dopo ripetuti avvertimenti. Si dice che questo tipo di granata abbia causato gravi lesioni al viso e agli occhi e danni all'udito. Il rischio di amputazione o di morte non è escluso in caso di esplosione in prossimità di un arto o di un'area vitale.
La granata GLI-F4, detta granata lacrimogena istantanea, ha un triplice effetto: lacrimogeno, sonoro, e crea problemi respiratori. Contiene 26g di TNT. Almeno quattro persone hanno perso una mano a causa di essa (la granata è esplosa mentre i manifestanti la raccoglievano o erano in piedi accanto ad essa). Questo modello di granata è stato appena bandito ed è stato sostituito da un altro modello, che fa fuoriuscire gas lacrimogeno e causa un forte rumore (160 decibel a 5 metri), ma non contiene TNT. Quindi non scoppia e teoricamente non lancia schegge. Resta da vedere quanto sarà davvero meno pericolosa.  
Il bilancio è pesante. Il 4 ottobre 2019, il Ministero dell'Interno ha annunciato che 4.439 persone sono rimaste ferite dall'inizio del movimento dei Gilet gialli: 1.944 poliziotti e 2.495 manifestanti. Il bilancio è probabilmente più alto perché alcuni manifestanti feriti preferiscono non sporgere denuncia.  

Lesioni gravi

Diverse decine di feriti sono stati ricoverati in ospedale per ferite al viso e agli occhi causate dalle armi LBD. Sul Lancet sono stati pubblicati due studi su questo tema, condotti da équipe di chirurgia maxillo-facciale, anestesia-rianimazione e oftalmologia di ospedali parigini. I medici hanno osservato fratture mandibolari e dento-alveolari, fratture multiple dell'osso zigomatico e fratture causate dalla depressione dell'orbita oculare. Un grave trauma oculare è quasi sempre associato al trauma da LBD.
"La maggior parte delle lesioni oculari erano estremamente gravi", affermano gli autori. "Abbiamo osservato perforazioni oculari che hanno portato a cecità". Questi medici aggiungono che le armi LBD" possono portare alla morte, così come a gravi traumi con compromissione funzionale irreversibile".

I medici prendono posizione

L'argomento è stato a lungo considerato controverso, ma alcuni medici hanno sostenuto la necessità di denunciare l'uso di queste armi.
Il professor Laurent Thinès, neurochirurgo, è capo dipartimento in un ospedale universitario. Nel gennaio 2019 ha lanciato una petizione che chiedeva una moratoria sull'uso di queste armi. Ha già ottenuto 181.000 firme. Spiega: "Un'arma LBD tira a 90 metri al secondo. Questo significa che a 90 metri dal tiratore non si ha il tempo di vedere il proiettile in arrivo. Equivale a far cadere un blocco di cemento di 25 kg da un metro di altezza. Ho visto questo tipo di lesioni in incidenti stradali o cadute da diversi metri. Le persone hanno avuto mutilazioni molto gravi: perdita degli occhi, fratture maxillo-facciali, gravi traumi cranici con emorragia cerebrale, fratture alla milza, ferite al collo. Penso che il mio ruolo di medico mi imponga di avvertire quando c'è un grave problema di salute pubblica".
La Società Oftalmologica Francese ha scritto una lettera al Ministro della Salute per esprimere la sua preoccupazione per le lesioni oculari. Poi 35 rinomati oculisti hanno scritto a Emmanuel Macron per chiedergli di smettere di usare le armi LBD.  "Il nostro dovere di medici è di denunciare. Non è una questione politica, ma di umanità", spiega uno di loro. Il presidente Macron non ha mai risposto.
Questa mobilitazione, sostenuta dai sindacati dei medici, non ha avuto per il momento alcun effetto. Alla fine di luglio 2019, il Consiglio di Stato ha rifiutato di vietare le armi LBD e le granate.

Perché così tanti feriti?

La polizia francese è più violenta di prima? Il sociologo Sébastian Roché, direttore della ricerca presso il prestigioso Centre national de la recherche scientifique, propone diverse spiegazioni. In primo luogo, osserva che l'uso di questi due tipi di armi - LBD e granate insieme - è un'eccezione francese. Altri paesi europei ne fanno poco uso. La polizia in Catalogna ha abbandonato l'uso delle armi LBD dopo che cinque persone hanno perso un occhio. I paesi nordici vietano la LBD, le granate o entrambe.

trauma_oculare.jpg
Jerome Rodriguez, leader dei Gilet Gialli, ha perso un occhio dopo aver ricevuto un colpo da LBD nel gennaio 2019
(Credits: Jérôme Rodriguez)

Per lui l'aumento dell’uso della forza risale agli anni 2000. Le armi LBD erano riservate a determinate unità d'intervento (antiterrorismo), prima che i "semplici" agenti di polizia ne fossero dotati. Questi ultimi possono decidere da soli se utilizzare le armi LBD, senza chiedere autorizzazione.
Da allora, le armi LBD sono state usate in aree periferiche del paese, lontano dall'attenzione del pubblico. Con l’avvento dei Gilet gialli, le armi sono state usate in più luoghi, su molte più persone. La cosa ha avuto molta più eco.
Un'altra spiegazione è l'inesperienza degli agenti di polizia che non rispettano le istruzioni per l'uso di queste armi. Le granate sono progettate per essere lanciate a terra, non con un lancio a parabola, perché possono esplodere in faccia.
L'aumento dell'aggressività tra dimostranti e agenti di polizia è un altro fattore. Il movimento dei Gilet gialli è attivo da più di un anno. Recentemente un importante sciopero per la riforma delle pensioni ha di nuovo portato i francesi a dimostrare. Gli agenti di polizia dicono di essere esausti, perché sono anche sotto grande pressione a causa del rischio del terrorismo. Dal lato dei manifestanti, il movimento è diventato più radicale, con meno persone ma più determinate, compresi i Black Blocks.        
Infine, il governo francese è sospettato di incoraggiare implicitamente la violenza della polizia. Il ministro dell'Interno ha definito alcuni manifestanti "ostili", il che legittima l'uso della violenza. Infine, non ha fatto rispettare il regolamento che impone agli agenti di polizia di portare un numero di riconoscimento. Era quindi difficile identificarli in caso di denuncia da parte di un dimostrante. Tuttavia, c'è stato un cambiamento di tono dal 15 gennaio, quando il presidente Macron ha chiesto ai funzionari delle forze dell'ordine di non cedere alle violenze e di fare un "uso equo e proporzionato della forza". Aveva anche chiesto al ministero degli Interni di fare proposte in tempi brevi. Per alcuni agenti di polizia, si è trattato solo di un proclama da parte del governo, perché il modello di granata appena proibito non era più quasi più utilizzato e non era più disponibile.     

I dati dei manifestanti ricoverati in ospedale

Un'altra controversia è scoppiata nell'aprile 2019 quando un giornale ha rivelato che le autorità sanitarie avevano ricevuto l'ordine di fornire dati personali sui dimostranti feriti ricoverati negli ospedali. Il dottor Kierzek, medico di emergenza di un ospedale di Parigi, ha espresso indignazione.
"La direzione sanitaria ci ha chiesto di raccogliere informazioni quantitative e nominative sui Gilet gialli feriti. Il file da compilare era in origine destinato in caso di attacco terroristico, da usare per rintracciare le vittime da parte dei loro parenti. Non vedo perché venga usato per i Gilet gialli. È una violazione del segreto professionale e del patto di riservatezza medico-paziente!". Più di cento medici hanno iniziato a boicottare questo dossier e chiesto un'indagine.
Il direttore degli Hôpitaux de Paris ha inizialmente negato l'esistenza di un fascicolo personale, poi ha ammesso che esisteva ma senza dati medici, prima di ammettere infine che conteneva informazioni mediche "marginali" e che era stato usato in modo inappropriato. Da parte sua, il Ministro della Salute ha detto: "Non c'è nessuna registrazione in ogni caso, non mi interessa se sono manifestanti, forze dell'ordine, giornalisti o passanti".
La domanda rimane. Perché raccogliere dati nominativi sui Gilet gialli feriti, anche se questi dati non vengono elaborati? Un dimostrante rimasto ferito a causa dello scoppio di una granata ha presentato una denuncia per "raccolta illecita di dati personali" e "violazione del segreto professionale".


Fonti: Yellow vests protests: facial injuries from rubber bullets. Published: August 10, 2019. DOI https://doi.org/10.1016/S0140-6736(19)31764-7
Ocular injuries caused by less-lethal weapons in France. Published: November 02, 2019. DOI:https://doi.org/10.1016/S0140-6736(19)31807-0
https://www.change.org/p/les-soignants-fran%C3%A7ais-pour-un-moratoire-sur-l-utilisation-des-armes-dites-moins-l%C3%A9tales
https://www.francetvinfo.fr/economie/transports/gilets-jaunes/les-idees-claires-la-police-est-elle-plus-violente-qu-avant_3774971.html

Esanum is an online network for approved doctors

Esanum is the medical platform on the Internet. Here, doctors have the opportunity to get in touch with a multitude of colleagues and to share interdisciplinary experiences. Discussions include both cases and observations from practice, as well as news and developments from everyday medical practice.

Esanum ist ein Online-Netzwerk für approbierte Ärzte

Esanum ist die Ärzteplattform im Internet. Hier haben Ärzte die Möglichkeit, mit einer Vielzahl von Kollegen in Kontakt zu treten und interdisziplinär Erfahrungen auszutauschen. Diskussionen umfassen sowohl Fälle und Beobachtungen aus der Praxis, als auch Neuigkeiten und Entwicklungen aus dem medizinischen Alltag.

Esanum est un réseau en ligne pour les médecins agréés

Esanum est un réseau social pour les médecins. Rejoignez la communauté et partagez votre expérience avec vos confrères. Actualités santé, comptes-rendus d'études scientifiques et congrès médicaux : retrouvez toute l'actualité de votre spécialité médicale sur esanum.