I test per la diagnosi di COVID-19

Le conoscenze sui test diagnostici per individuare l’infezione da SARS-CoV-2 sono ancora in evoluzione. Un articolo recente descrive come interpretare i due tipi di test diagnostici comunemente in uso per le infezioni da SARS-CoV-2 e come i risultati possono variare nel tempo.

Un chiarimento sui test RT-PCR e sui test anticorpali

Le conoscenze sui test diagnostici per individuare l’infezione da SARS-CoV-2 sono ancora in evoluzione. Un articolo recente descrive come interpretare i due tipi di test diagnostici comunemente in uso per le infezioni da SARS-CoV-2 - test RT-PCR e test IgM/IgG (ELISA) - e come i risultati possono variare nel tempo.

Un articolo pubblicato su JAMA riporta una linea temporale di marcatori diagnostici per il rilevamento di COVID-19 elaborata sulla base dei dati attualmente disponibili. La maggior parte dei dati disponibili fa riferimento a popolazioni adulte immunocompetenti. Il decorso temporale della positività alla RT-PCR e della sieroconversione può variare nei bambini e in altri gruppi.

diagnosi_covid19.png
Credits: JAMA Network

Rilevamento dell'RNA virale tramite RT-PCR

Finora, il test più comunemente usato e affidabile per la diagnosi di COVID-19 è stato il test RT-PCR eseguito utilizzando tamponi nasofaringei e orofaringei. La maggior parte dei kit in commercio ha come target uno o più geni dei vari componenti virali.
Nella maggior parte degli individui con infezione sintomatica da SARS-CoV-2, l'RNA virale nel tampone rinofaringeo diventa rilevabile già dal primo giorno di insorgenza dei sintomi e raggiunge il culmine nella prima settimana. Questa positività al test inizia a diminuire entro la terza settimana e successivamente diventa impercettibile. Tuttavia, la positività alla RT-PCR può persistere oltre 3 settimane dopo l'insorgenza della malattia, quando la maggior parte dei casi lievi darà un risultato negativo. Va tenuto presente che un risultato positivo della RT-PCR riflette solo il rilevamento dell'RNA virale e non indica necessariamente la presenza di virus vitali. In alcuni casi, l'RNA virale è stato rilevato mediante RT-PCR anche oltre la 6a settimana dopo il primo tampone positivo.
La linea temporale della positività alla RT-PCR differisce nei campioni diversi dal tampone rinofaringeo. La positività diminuisce più lentamente nell'espettorato e può essere ancora positiva dopo che i tamponi rinofaringei sono già negativi.

Rilevamento degli anticorpi anti SARS-CoV-2

L'infezione da COVID-19 può anche essere rilevata indirettamente, misurando la risposta immunitaria dell'ospite all'infezione da SARS-CoV-2. La diagnosi sierologica, oltre ad avere un ruolo diagnostico, sta inoltre diventando uno strumento importante per comprendere l'estensione della COVID-19 nella comunità e per identificare gli individui che sono immuni e potenzialmente "protetti" dall'infezione.
Il marcatore sierologico più sensibile e precoce è costituito dagli anticorpi totali, i cui livelli iniziano ad aumentare a partire dalla seconda settimana di insorgenza dei sintomi. In base alle conoscenze attuali, la sieroconversione delle IgM e delle IgG si verifica tra la terza e la quarta settimana di insorgenza della malattia clinica. Successivamente, le IgM iniziano a diminuire,  raggiungono livelli più bassi entro la quinta settimana e quasi scompaiono entro la settima settimana. Invece le IgG persistono oltre le 7 settimane.
In uno studio su 140 pazienti, la sensibilità combinata di RT-PCR e IgM ELISA verso l'antigene nucleocapside (NC) è stata del 98,6% contro il 51,9% del singolo test RT-PCR. I test per gli anticorpi IgM e IgG basati su ELISA hanno una specificità superiore al 95% per la diagnosi di COVID-19. L'analisi di campioni di siero unita ad un primo test del tampone in fase iniziale e ad un secondo dopo due settimane può aumentare ulteriormente l'accuratezza diagnostica.
I test rapidi per il rilevamento degli anticorpi sono stati ampiamente sviluppati e commercializzati e sono di qualità variabile. Molti produttori non rivelano la natura degli antigeni utilizzati. Questi test sono di natura puramente qualitativa e possono solo indicare la presenza o l'assenza di anticorpi SARS-CoV-2.
Rimangono molti interrogativi, in particolare per quanto tempo duri l'immunità potenziale in individui, sia asintomatici che sintomatici, che sono infettati dalla SARS-CoV-2.

 


Fonte: Sethuraman N, Jeremiah SS, Ryo A. Interpreting Diagnostic Tests for SARS-CoV-2 [published online ahead of print, 2020 May 6]. JAMA. 2020;10.1001/jama.2020.8259. doi:10.1001/jama.2020.8259

Esanum is an online network for approved doctors

Esanum is the medical platform on the Internet. Here, doctors have the opportunity to get in touch with a multitude of colleagues and to share interdisciplinary experiences. Discussions include both cases and observations from practice, as well as news and developments from everyday medical practice.

Esanum ist ein Online-Netzwerk für approbierte Ärzte

Esanum ist die Ärzteplattform im Internet. Hier haben Ärzte die Möglichkeit, mit einer Vielzahl von Kollegen in Kontakt zu treten und interdisziplinär Erfahrungen auszutauschen. Diskussionen umfassen sowohl Fälle und Beobachtungen aus der Praxis, als auch Neuigkeiten und Entwicklungen aus dem medizinischen Alltag.

Esanum est un réseau en ligne pour les médecins agréés

Esanum est un réseau social pour les médecins. Rejoignez la communauté et partagez votre expérience avec vos confrères. Actualités santé, comptes-rendus d'études scientifiques et congrès médicaux : retrouvez toute l'actualité de votre spécialité médicale sur esanum.