Il trattamento della denutrizione nei pazienti epatopatici

La denutrizione o malnutrizione in pazienti con danni epatici alcol-correlati e cirrosi epatica è spesso sottodiagnosticata nella pratica clinica e trattata in modo inadeguato.

I casi non diagnosticati o trattati in modo inadeguato portano alla morte in pochi mesi

La denutrizione o malnutrizione in pazienti con danni epatici alcol-correlati e cirrosi epatica è spesso sottodiagnosticata nella pratica clinica e trattata in modo inadeguato. Questi pazienti generalmente presentano ipermetabolismo, proteolisi muscolare (sarcopenia) e basso consumo di cibo.

Il tasso di mortalità a 6 mesi dei pazienti epatopatici malnutriti è fortemente dipendente dal numero di calorie consumate al giorno. La mortalità nei pazienti con un apporto calorico <1.000 kcal/d aumenta a oltre l'80%. Tuttavia, se si consumano più di 3.000 kcal/d, è inferiore al 5%.
I pazienti con malattia al fegato tendono ad essere malnutriti anche senza danni da alcol, principalmente a causa della ridotta funzione metabolica del fegato danneggiato. L’ascite, spesso accompagnate da cirrosi, ad esempio, favorisce anche una minore assunzione di cibo.

La terapia nutrizionale porta vantaggi

Una volta fatta la diagnosi, i pazienti sono aiutati solo dalla terapia nutrizionale ad alto contenuto calorico per aumentare e mantenere il peso corporeo il più rapidamente possibile e quindi fermare l'ulteriore degradazione delle proteine muscolari.
Nella maggior parte dei casi, tale "prescrizione nutrizionale" comprende una maggiore frequenza dei pasti (circa 5-7 pasti al giorno). Inoltre, ci sono i cosiddetti spuntini notturni. Anche se lo spuntino dopo cena può non essere raccomandato per le persone sane, per coloro che soffrono di malattie epatiche la malnutrizione può essere una questione di sopravvivenza.
Tuttavia, oltre all'aumento di peso, una tale procedura terapeutica controllata offre ulteriori vantaggi per i pazienti. Oltre alla sopravvivenza, si riduce anche il rischio di encefalite epatica e le infezioni batteriche spesso associate.

Nutrizione e gestione metabolica

Un problema importante nei pazienti con cirrosi, per esempio, è la loro sarcopenia già spesso avanzata, o la disgregazione delle proteine muscolari. Anche con un cambiamento immediato nella dieta, i pazienti devono sempre passare prima attraverso il cosiddetto "gap nutrizionale". Ciò significa che, anche dopo un rapido aumento dell'apporto calorico, passa del tempo prima che il metabolismo cambi.
È quindi importante offrire a questi pazienti quantità supplementari di proteine. Una quantità di proteine corrispondente a 1,5 g per kg di peso al giorno è quello che dicono le linee guida. Con una dieta normale ed equilibrata, tuttavia, le persone colpite avranno difficoltà a raggiungere le quantità di proteine necessarie. Si consiglia quindi di aggiungere qualche cucchiaio di proteine extra allo yogurt o al muesli per la prima colazione.
L'ultima risorsa per garantire l'adeguata alimentazione dei pazienti epatopatici, se tutti gli altri approcci falliscono, è la sonda gastrica alimentare (percutaneous endoscopic gastrostomy, PEG). Secondo gli studi, tale procedura ha ridotto il rischio di mortalità dal 47% al 12%.

Conclusione

I danni epatici alcol-correlati e la cirrosi epatica portano nella maggior parte dei casi a malnutrizione e ad uno stato ipermetabolico con sarcopenia. Sconosciuta o trattata in modo inadeguato, questa condizione di solito termina con la morte nel giro di pochi mesi. L'unica soluzione è, quindi, la terapia nutrizionale abbinata alla gestione metabolica di questi pazienti. È indispensabile un apporto giornaliero di almeno 1,5 g di proteine per kg di peso corporeo.


Fonte: Hotspot Symposium "Nutrition and Liver", UEG Week 2019, Barcelona

esanum is an online network for approved doctors

esanum is the medical platform on the Internet. Here, doctors have the opportunity to get in touch with a multitude of colleagues and to share interdisciplinary experiences. Discussions include both cases and observations from practice, as well as news and developments from everyday medical practice.

esanum ist ein Online-Netzwerk für approbierte Ärzte

esanum ist die Ärzteplattform im Internet. Hier haben Ärzte die Möglichkeit, mit einer Vielzahl von Kollegen in Kontakt zu treten und interdisziplinär Erfahrungen auszutauschen. Diskussionen umfassen sowohl Fälle und Beobachtungen aus der Praxis, als auch Neuigkeiten und Entwicklungen aus dem medizinischen Alltag.

Esanum est un réseau en ligne pour les médecins agréés

esanum est un réseau social pour les médecins. Rejoignez la communauté et partagez votre expérience avec vos confrères. Actualités santé, comptes-rendus d'études scientifiques et congrès médicaux : retrouvez toute l'actualité de votre spécialité médicale sur esanum.