L’uso dell’eparina nei pazienti COVID-19

Da più parti si suggeriscono i benefici di trattamenti anticoagulanti ed in particolare dell’eparina a basso peso molecolare in caso di infezione COVID-19. Sembra che l’eparina possa rivelarsi utile in pazienti COVID-19 positivi. La SISET però invita alla cautela.

Il position paper della SISET (Società Italiana Studio Emostasi e Trombosi)

Ricerche preliminari ed osservazioni cliniche hanno messo in correlazione l’infezione da Sars-CoV-2 e l’omeostasi del sistema cardiovascolare. Da più parti si suggeriscono i benefici di trattamenti anticoagulanti ed in particolare dell’eparina a basso peso molecolare in caso di infezione COVID-19. Sembra che l’eparina possa rivelarsi utile in pazienti COVID-19 positivi grazie alle sue capacità anticoagulanti, antinfiammatorie, di protezione endoteliale.

Tra i diversi parametri clinici e biochimici associati ad una prognosi sfavorevole dei pazienti con COVID-19, l'aumento dei livelli di D-dimero ha guadagnato particolare attenzione come predittore dello sviluppo di ARDS, della necessità di un ricovero in terapia intensiva, di morte. Allo stesso tempo, la gravità della malattia è correlata con una vera e propria tempesta citochinica. Questi dati sono coerenti con la già dimostrata stretta connessione tra anomalie dell’emostasi e infiammazione, due processi che si rafforzano a vicenda. Tutto questo ha diffuso la sensazione che la COVID-19 abbia qualche legame con la coagulazione intravascolare disseminata (DIC).
Sebbene non vi siano ancora prove confermate dal laboratorio, è plausibile che il plasma di questi pazienti sia ipercoagulabile, come suggerito dalle informazioni preliminari di laboratorio e da molte osservazioni cliniche. È anche possibile che un'embolia polmonare sia già presente prima del ricovero nei pazienti affetti da COVID-19 gravemente malati, spiegando così l'inefficacia segnalata delle dosi profilattiche di eparina durante la loro degenza ospedaliera.
L'ipotesi di migliorare l'esito clinico dei pazienti affetti da COVID-19 con farmaci antitrombotici semplici ed economici è molto allettante, ma diverse questioni devono essere affrontate e chiarite prima di adottare un approccio anticoagulante aggressivo.
Mentre la comunità scientifica è in attesa di prove più solide da studi clinici correttamente progettati, la Società Italiana Studio Emostasi e Trombosi si propone di fornire alcune raccomandazioni, basate sul consenso degli esperti, per la gestione dello squilibrio emostatico nei pazienti COVID-19.

Raccomandazioni SISET

 


Fonte: Marietta M, Ageno W, Artoni A, De Candia E, Gresele P, Marchetti M, Marcucci R, Tripodi A. COVID-19 and haemostasis: a position paper from Italian Society on Thrombosis and Haemostasis (SISET). Blood Transfus. 2020 Apr 8. doi: 10.2450/2020.0083-20.

Esanum is an online network for approved doctors

Esanum is the medical platform on the Internet. Here, doctors have the opportunity to get in touch with a multitude of colleagues and to share interdisciplinary experiences. Discussions include both cases and observations from practice, as well as news and developments from everyday medical practice.

Esanum ist ein Online-Netzwerk für approbierte Ärzte

Esanum ist die Ärzteplattform im Internet. Hier haben Ärzte die Möglichkeit, mit einer Vielzahl von Kollegen in Kontakt zu treten und interdisziplinär Erfahrungen auszutauschen. Diskussionen umfassen sowohl Fälle und Beobachtungen aus der Praxis, als auch Neuigkeiten und Entwicklungen aus dem medizinischen Alltag.

Esanum est un réseau en ligne pour les médecins agréés

Esanum est un réseau social pour les médecins. Rejoignez la communauté et partagez votre expérience avec vos confrères. Actualités santé, comptes-rendus d'études scientifiques et congrès médicaux : retrouvez toute l'actualité de votre spécialité médicale sur esanum.