Riparte la sorveglianza dell'influenza

La rilevazione dei dati è iniziata come di consueto nella 42a settimana del 2019 (lunedì 14 ottobre 2019) e terminerà nella 17a settimana del 2020 (domenica 26 aprile 2020). La scorsa stagione, nel periodo di sorveglianza, il numero di casi stimati è stato circa 8.072.000, di cui 812 gravi.

In atto la sorveglianza epidemiologica e virologica dell’influenza 2019/2020

La rilevazione dei dati è iniziata come di consueto nella 42a settimana del 2019 (lunedì 14 ottobre 2018) e terminerà nella 17a settimana del 2020 (domenica 26 aprile 2020). La scorsa stagione, nel periodo di sorveglianza, il numero di casi stimati è stato pari a circa 8.072.000. In tutte le Regioni italiane il livello di incidenza è rimasto sotto la soglia basale.

L’influenza è una malattia respiratoria acuta causata da virus influenzali. L’influenza è un problema di sanità pubblica  con un considerevole impatto dal punto di vista epidemiologico, clinico ed economico.
Dalla stagione influenzale 2014-15 è stata modificata la definizione clinica di “sindrome influenzale” per renderla omogenea a quella adottata in Europa dall’European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC). Per garantire la massima omogeneità di rilevazione, è fornita una definizione clinica di “sindrome influenzale” che include le manifestazioni acute con sintomi generali e respiratori. È affetto da sindrome influenzale qualsiasi soggetto che presenti improvviso e rapido insorgere di: almeno un sintomo generale (febbre o febbricola, malessere/spossatezza, mal di testa, dolori muscolari) e almeno un sintomo respiratorio (tosse, mal di gola, respiro affannoso). Per la diagnosi clinica di influenza nel bambino è importante considerare quanto indicato per gli adulti tenendo conto che i bambini più piccoli non sono in grado di descrivere la sintomatologia sistemica che invece si può manifestare con irritabilità, pianto e inappetenza. Nel lattante l’influenza è spesso accompagnata da vomito e diarrea e solo eccezionalmente da febbre.

L’elevata variabilità antigenica delle proteine di superficie del virus influenzale è alla base della continua emergenza di nuove varianti virali, in grado di superare le barriere anticorpali presenti nella popolazione e di causare le epidemie influenzali annuali. Inoltre, la contemporanea circolazione di ceppi di tipo A (H3N2, H1N1) e, come evidenziato da più di un decennio in tutto il mondo, di 2 diversi lineaggi di tipo B (B/Yamagata e B/Victoria), contribuisce a rendere ancora più complesso il quadro epidemiologico della malattia. Le peculiari caratteristiche dell’influenza, rendono fondamentali le attività di sorveglianza. In particolare, è importante individuare l’inizio, la durata e intensità dell'epidemia stagionale e la distribuzione geografica utilizzando la stima dell’incidenza delle sindromi simil-influenzali (ILI, Influenza Like Illness) e attraverso l’identificazione precoce dei ceppi virali circolanti.

La sorveglianza InfluNet è il sistema nazionale di sorveglianza epidemiologica e virologica dell’influenza. Il sistema di sorveglianza InfluNet si basa su una rete di medici sentinella costituita da medici di Medicina Generale e da Pediatri di Libera scelta, reclutati dalle Regioni, che segnalano i casi di sindrome simil influenzale (ILI) osservati tra i loro assistiti. I medici sentinella ed altri medici operanti nel territorio e negli ospedali collaborano inoltre alla raccolta di campioni biologici per l’identificazione di virus circolanti.
La raccolta e l’elaborazione delle segnalazioni di malattia è effettuata dall’Istituto Superiore di Sanità che provvede all’elaborazione a livello nazionale e produce un rapporto settimanale che viene pubblicato sul sito Internet del Ministero della Salute. Le indagini virologiche sui campioni biologici raccolti vengono eseguite dai Laboratori facenti parte della Rete InfluNet e dal Centro Nazionale per l’Influenza (NIC) dell’ISS. Il NIC provvede all’elaborazione dei dati virologici a livello nazionale e produce un rapporto settimanale, che viene pubblicato sul sito internet del Ministero della Salute. Il NIC fa parte della rete internazionale dei laboratori coordinati dall’OMS e della rete europea coordinata dall’ECDC.
Per stimare l’incidenza delle sindromi influenzali è necessario arruolare un campione di medici sentinella sufficiente a garantire la sorveglianza di almeno il 2% della popolazione nazionale.

Vi lasciamo qui alcuni grafici relativi alla stagione influenzale 2018/19. I grafici sono tratti dal Rapporto della sorveglianza integrata dell’influenza presente sul sito EpiCentro.

grafico influenza classi di età

grafico influenza incidenza 2018/19

casi-gravi-di-influenza

Per quel che riguarda i casi gravi, nella stagione 2018/19 ne sono statii segnalati 812, 205 dei quali sono deceduti. Il 63% dei casi gravi è di sesso maschile e l’età mediana è pari a 63 anni (range: 0-105 anni). Il 79% dei casi si è verificato in soggetti di età pari o superiore a 50 anni. Tra i deceduti l’età mediana è pari a 68 anni (range: 0-105 anni) e l’89% dei decessi si è verificato in soggetti d’età pari o superiore a 50 anni. Nell’83% dei casi gravi e nell’90% dei deceduti era presente almeno una condizione di rischio preesistente (diabete, tumori, malattie cardiovascolari, malattie respiratorie croniche, obesità, ecc.) e l'80% dei casi risulta non vaccinato. Otto casi gravi si sono verificati in donne in stato di gravidanza. In 528 casi (67%) è stato isolato il virus A(H1N1)pdm09, in 123 (16%) il virus A(H3N2) e in 135 (17%) il virus A/non sottotipizzato. In un solo caso è stato isolato il virus di tipo B. Tutti i casi sono stati ricoverati in una Unità di Terapia Intensiva e/o subintensiva, 44 hanno necessitato del supporto ECMO e 602 sono stati intubati.

Il protocollo InfluNet per la stagione 2019-20 non prevede novità sostanziali rispetto alla precedente stagione influenzale: SCARICA QUI IL PROTOCOLLO OPERATIVO


Fonte: Epicentro - Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica, a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità http://www.epicentro.iss.it

esanum is an online network for approved doctors

esanum is the medical platform on the Internet. Here, doctors have the opportunity to get in touch with a multitude of colleagues and to share interdisciplinary experiences. Discussions include both cases and observations from practice, as well as news and developments from everyday medical practice.

esanum ist ein Online-Netzwerk für approbierte Ärzte

esanum ist die Ärzteplattform im Internet. Hier haben Ärzte die Möglichkeit, mit einer Vielzahl von Kollegen in Kontakt zu treten und interdisziplinär Erfahrungen auszutauschen. Diskussionen umfassen sowohl Fälle und Beobachtungen aus der Praxis, als auch Neuigkeiten und Entwicklungen aus dem medizinischen Alltag.

Esanum est un réseau en ligne pour les médecins agréés

esanum est un réseau social pour les médecins. Rejoignez la communauté et partagez votre expérience avec vos confrères. Actualités santé, comptes-rendus d'études scientifiques et congrès médicaux : retrouvez toute l'actualité de votre spécialité médicale sur esanum.