Uno studio italiano sugli effetti psicotropi della cocaina

Il gene Rhes (denominato anche RASD2) esercita un ruolo di nevralgica rilevanza nella modulazione delle risposte comportamentali e molecolari indotte da cocaina. Il dato è emerso da uno studio condotto al CEINGE-Biotecnologie avanzate di Napoli ed è stato appena pubblicato sulla rivista Scientific Report.

Identificato nel gene Rhes un possibile fattore di vulnerabilità agli effetti psicostimolanti della cocaina

Il gene Rhes (denominato anche RASD2) esercita un ruolo di nevralgica rilevanza nella modulazione delle risposte comportamentali e molecolari indotte da cocaina. Il dato è emerso da uno studio condotto al CEINGE-Biotecnologie avanzate di Napoli ed è stato appena pubblicato sulla rivista Scientific Report. I ricercatori del CEINGE hanno caratterizzato da un punto di vista neurobiologico la proprietà di Rhes di esercitare un fisiologico “freno molecolare” capace di contrapporsi agli aumenti “tumultuosi” della trasmissione dopaminergica associati alla somministrazione della cocaina.

La cocaina è un potente psicostimolante tra quelli maggiormente diffusi in Italia, anche tra le fasce di età più giovani. Gli effetti sulla salute fisica e mentale associati al consumo di cocaina sono devastanti e per molti aspetti irreversibili. Infatti, oltre alla tossicodipendenza, questo stupefacente può causare severi problemi psichiatrici quali ansia, depressione e psicosi.
Gli effetti psicotropi della cocaina sono strettamente legati alla sua capacità farmacologica di modificare nel cervello dei mammiferi la trasmissione dopaminergica nel circuito nervoso denominato mesocorticolimbico. Nonostante l'abuso diffuso di questa droga nella società contemporanea, ancora oggi è largamente incerta la conoscenza delle cause genetiche che ne influenzano l'assunzione e l’entità degli effetti psicotropi su base individuale.

Al CEINGE-Biotecnologie avanzate di Napoli, Alessandro Usiello, professore ordinario di Biochimica clinica dell'Università della Campania L. Vanvitelli, e il suo team di studiosi, hanno evidenziato che il gene Rhes (denominato anche RASD2) esercita un ruolo di nevralgica rilevanza nella modulazione delle risposte comportamentali e molecolari indotte da cocaina.
I ricercatori del CEINGE hanno caratterizzato da un punto di vista neurobiologico la proprietà di Rhes di esercitare un fisiologico “freno molecolare” capace di contrapporsi agli aumenti "tumultuosi" della trasmissione dopaminergica associati alla somministrazione della cocaina.

Gli esperimenti hanno dimostrato che la rimozione del gene Rhes dal DNA di modelli murini causa profonde alterazioni comportamentali e molecolari associate al trattamento con cocaina. Infatti, la cocaina nei topi mutanti (Rhes KO) induce un incremento sensazionale degli effetti psicoattivi fin da concentrazioni bassissime e a dosaggi di gran lunga inferiori a quelli biologicamente attivi nel gruppo di animali controllo.
«La nostra ricerca identifica in Rhes una proteina capace di regolare profondamente la trasmissione dopaminergica all’interno di un'area cerebrale, denominata corpo striato, ben conosciuta nell'uomo essere implicata negli effetti psicotropi della cocaina ed in generale di tutti gli psicostimolanti - spiega Alessandro Usiello - In particolare, il nuovo studio su Rhes conferma ed estende nostre precedenti ricerche inerenti le proprietà di Rhes nella regolazione degli effetti psicotropi indotti da anfetamina e dall’allucinogeno PCP (polvere d’angelo), nonché degli effetti eccitanti evocati dalla caffeina».
«Di recente – continua Usiello –, grazie alla collaborazione con il team guidato da Micaela Morelli, professore ordinario di Farmacologia dell'Università di Cagliari e Presidente della Società italiana di Neuroscienze, avevamo anche dimostrato che gli effetti di neuroinfiammazione e di neurotossicità, indotte dal consumo di MDMA (noto come ecstasy) sono significativamente regolati dal gene Rhes».

«Alla luce di questi studi preclinici e in considerazione del fatto che l’espressione del gene Rhes è strettamente controllata dai livelli degli ormoni tiroidei durante lo sviluppo del cervello dei mammiferi – conclude Alessandro Usiello – non possiamo escludere che varianti genetiche di Rhes o severe alterazioni tiroidee neonatali, che influenzino il livello di espressione cerebrale di questa proteina, potrebbero in ultima analisi rappresentare nell'uomo un fattore di vulnerabilità individuale agli effetti psicotropi indotti dalla cocaina e più in generale da tutti gli psicostimolanti».


Fonti: Buono A. Identificato nel gene Rhes un possibile fattore di vulnerabilità agli effetti psicostimolanti della cocaina. CEINGE. 31/10/2019. https://www.ceinge.unina.it
Napolitano F, De Rosa A, Russo R, Di Maio A, Garofalo M, Federici M, Migliarini S, Ledonne A, Rizzo FR, Avallone L, Nuzzo T, Biagini T, Pasqualetti M, Mercuri NB, Mazza T, Chambery A, Usiello A. The striatal-enriched protein Rhes is a critical modulator of cocaine-induced molecular and behavioral responses. Sci Rep. 2019 Oct 25;9(1):15294. doi: 10.1038/s41598-019-51839-w.

esanum is an online network for approved doctors

esanum is the medical platform on the Internet. Here, doctors have the opportunity to get in touch with a multitude of colleagues and to share interdisciplinary experiences. Discussions include both cases and observations from practice, as well as news and developments from everyday medical practice.

esanum ist ein Online-Netzwerk für approbierte Ärzte

esanum ist die Ärzteplattform im Internet. Hier haben Ärzte die Möglichkeit, mit einer Vielzahl von Kollegen in Kontakt zu treten und interdisziplinär Erfahrungen auszutauschen. Diskussionen umfassen sowohl Fälle und Beobachtungen aus der Praxis, als auch Neuigkeiten und Entwicklungen aus dem medizinischen Alltag.

Esanum est un réseau en ligne pour les médecins agréés

esanum est un réseau social pour les médecins. Rejoignez la communauté et partagez votre expérience avec vos confrères. Actualités santé, comptes-rendus d'études scientifiques et congrès médicaux : retrouvez toute l'actualité de votre spécialité médicale sur esanum.